L’Isola
















L’Isola di Ios è la meta ideale per chi cerca un soggiorno all’insegna del relax e del divertimento: sceglierla per le proprie vacanze significa ricercare un’atmosfera tipicamente mediterranea, rinunciando alle isole più convenzionali o dedite al turismo di massa senza per questo negarsi alcuna possibilità per quanto riguarda i servizi e la vita notturna.

L’Isola di Ios non è molto grande (poco più di 109 kmq), ed è in larga parte disabitata. La vegetazione è scarsa (potremmo dire assente, a parte qualche albero di ulivo e i soliti cespugli) e le zone d’ombra sono davvero poche, ma se non temete il sole e il caldo questo paradisiaco angolo di mare Egeo vi conquisterà!

Situata nella parte più meridionale dell’arcipelago cicladico (all’incirca tra Naxos e Santorini) l’Isola di Ios conta circa 2000 abitanti, concentrati in gran parte nel capoluogo (Chora) e nel villaggio del porto (Yalos – Limani); piccoli insediamenti isolati sono presenti anche a sud, nella zona di Mylopotas.

Un’isola di dimensioni ridotte … dunque cosa spinge ogni anno migliaia di persone a solcare i cieli e i mari da ogni parte del mondo per poter ritornare o visitare per la prima volta Ios? Rendere l’idea di quella che sarebbe la risposta è impossibile a parole … si tratta di un posto magico, con un’atmosfera irripetibile, ricca di bellezze: trovano perfetta sintesi diversi modelli di vacanza estiva.

L’idea di un periodo di ferie all’insegna del sole, dei pub e dell’abbordaggio attira ovviamente il pubblico dei giovani e giovanissimi, che spesso fanno il primo viaggio all’Isola di Ios della loro vita dopo la maturità, nell’estate più spensierata; non rimarrete delusi dal posto nemmeno se siete un po’più avanti con gli anni, o comunque desiderosi di una vacanza silenziosa e a contatto con la natura, perché anche in questo caso il posto è insuperabile. Non pensate ad un tabellone di eventi culturali come si possono trovare in molte altre località della Grecia: la vacanza qui trascorre ai ritmi imposti dal nostro fisico (debilitato dallo studio o dal lavoro invernale!) percui sarà molto più facile trovare feste improvvisate o organizzate dai locali ed attività sportive da praticare sulla spiaggia che concerti o opere teatrali.

I turisti che arrivano sono di svariate nazionalità, anche se (oltre ovviamente ai greci) sono americani, scandinavi e australiani i più numerosi. Nutrita anche la pattuglia degli italiani, così come quella dei canadesi, ma sull’Isola di Ios nei mesi estivi sono rappresentate decine di etnie! Un festoso e colorato melting pot in cui sarà divertente confrontarsi, in cui pacifici eserciti in maglietta e infradito si salutano in lingue universali fatte di gesti e frasi in inglese pronunciate con gli accenti più incredibili.

L’Isola di Ios si gira agevolmente in scooter, in quad o approfittando dell’eccellente ed economico sistema di mezzi pubblici (spesso pullman gran turismo anche per brevi tragitti, a volte pittoreschi autobus Volvo di qualche decennio fa, tenuti ancora benissimo!) … se possibile provate a dimenticare l’automobile (non che sia impossibile utilizzarla, solo se ne vedono talmente poche che vi sentireste a disagio!). Perdetevi tra le strade fuori città, seccate dal sole e dal meltemi, perse tra le rocce rossastre, panoramiche al punto da mozzare il fiato. Incontrare traffico o ingorghi, usciti dalla piazza centrale, è impossibile anche in pieno agosto, anzi fuori stagione rimarrete stupefatti dal deserto che troverete attorno a voi lungo le strade che collegano i vari luoghi di Ios: Koumbara e Mylopotas, vicine alla Chora, ma anche Agia Theodati, Psathi, Manganari ed altre località distanti pochi chilometri ma apparentemente ad anni luce dal festoso rumoreggiare del centro!