Come muoversi a Ios

0

Come muoversi a Ios è una delle preoccupazioni più frequenti per il turista che si trovi a dovere affrontare il suo primo viaggio in questa meravigliosa isola.

Sebbene possa tranquillizzarvi fin da subito dicendo che gli spostamenti sono agevoli in qualsiasi modalità, è bene in effetti arrivare preparati a qualsiasi evenienza, specialmente se decidete di andare in vacanza nei mesi di giugno, luglio e agosto, che sono  quelli di alta stagione e conseguentemente i più affollati.

Cerchiamo di capire quali sono le alternative migliori per raggiungere i vari punti dell’isola di Ios.

Spostarsi in bus o pullman

L’alternativa più diffusa a Ios è sicuramente lo spostamento con mezzi pubblici: la loro copertura, unita ad una certa economicità, fa sì che l’autobus sia il mezzo preferito dai giovani vacanzieri.

La strada più trafficata (se così si può dire) è quella che unisce Chora a Mylopotas da un lato e Chora e Ormos dall’altro, ed è coperto da corse con frequenza ogni quarto d’ora, perlomeno nelle ore diurne.

Per le tratte meno frequentate, come Chora-Manganari o Chora-Agia Theodoti la frequenza è più scarsa, ma comunque sufficiente ad accontentare tutte le esigenze (attenzione a non perdere l’ultima corsa, generalmente verso le 19!).

I bus sono solitamente molto comodi (spesso si tratta di pullman gran turismo riconvertiti, ma per le tratte più brevi potrete trovare anche pezzi d’epoca, opportunamente ristrutturati, specialmente vecchi pullman Volvo, un vero splendore!).

[singlepic id=55 w=320 h=240 float=]

Spostarsi in scooter

Un alternativa al trasporto pubblico è il noleggio di uno scooter, per una o due persone.

Ovviamente i costi saranno sensibilmente più alti rispetto al movimento con autobus, ma il vantaggio è quello di essere meno vincolato agli orari e poter effettuare soste lungo i percorsi più lunghi, magari per fare foto o per scoprire qualche zona di Ios poco frequentata (il 99% dell’entroterra dell’isola a dire il vero è frequentato solo da rari scooteristi in sosta!).

Ricordatevi il casco … non lo dico per retorica, ma per una serie di collaudati motivi, tra cui i più importanti:

  • le raffiche di vento meltemi possono essere insidiose per chi viaggia in motorino (ancora di più se si ha il parabrezza)
  • le strade, specialmente quelle meno frequentate, oltre ad essere un susseguirsi di curve, salite e discese, potrebbero essere in pessimo stato di manutenione e senza guard rail
  • il pericolo che un altro turista (ubriaco o molto più semplicemente incapace a guidare lo scooter) vi investa non è altissima, ma nemmeno da escludere.

Gli stessi consigli valgono anche per chi desiderasse spostarsi in quad, anche se questo mezzo è assai meno diffuso di quello a due ruote sull’isola di Ios.

Spostarsi in taxi

Spostarsi in taxi a Ios è a nostro avviso una soluzione estrema, da tenere in conto solo per le ore notturne e per alcuni spostamenti eccezionali.

I taxi sull’isola sono davvero pochi, poiché le dimensioni ridotte dell’isola e l’ottima copertura del servizio bus li rendono meno utili che in molte altre isole greche, tuttavia vi consiglio, una volta giunti sull’isola, di annotarvi il numero di qualche taxista, li trovate presso l’ufficio informazioni nella piazza alle porte di Chora, o in quello vicino al porto di Ormos.

Spostarsi in auto

Non vi consiglio di portarvi l’auto in traghetto, meno ancora di noleggiarla, a meno che … non abbiate un fuoristrada!

In questo caso potrebbe essere divertente percorrere le strade più impervie dell’isola, cimentandovi anche in qualche fuoripista, quando consentito, diversamente sappiate che le auto tradizionali non si adattano ad un’isola piccola, con pochi distributori di benzina e ancor meno parcheggi.

Share.

About Author

Leave A Reply