Vita notturna nelle isole greche.

0

Le isole greche sono famose per la loro vita notturna … nell’immaginario collettivo spesso sono sinonimo di notti insonni, balli sfrenati e talvolta trasgressione ed alcool a basso prezzo. Diciamo che la presenza o meno di questi elementi dipende al 90% dalla località che sceglierete per la vostra vacanza, poiché le isole greche mediamente non si discostano da qualsiasi altra meta turistica estiva nel mondo, con i suoi alti e bassi per quanto riguarda la possibilità di vivere la notte.
Vediamo dunque quali sono i posti migliori per chi ama il divertimento serale, e quali possibilità propongono, con questo focus sulle isole Cicladi, che si distinguono per la qualità della loro movida.

Vita notturna nelle Cicladi

Nelle Cicladi diverse località si distinguono per essere animate, perlomeno nei mesi di giugno, luglio e agosto … ognuna di esse offre una tipologia di divertimento diversa dalle vicine, difficile dire quale sia l’isola con la migliore vita notturna, viste le differenze anche grosse di target da un posto all’altro, ma andiamo con ordine:

[singlepic id=48 w=320 h=240 float=]

Ios

Non potevamo non averne già parlato: la vita notturna di Ios la trovate seguendo il link (e gironzolando per l blog) … unica ed inimitabile, per certi versi la migliore di tutta la Grecia e forse dell’Europa intera, almeno se si parla di luoghi di villeggiatura. Imperdibile se siete amanti dei party e del girovagare da un locale all’altro, per quanto offre è persino economica.

Mykonos

Il top per chi ama le discoteche, Mykonos dice la sua anche per quanto riguarda i discopub, concentrati nel paese principale ed aperti a tarda notte, è inoltre il punto di riferimento europeo per la vita notturna degli omosessuali, uomini o donne che siano. Più costosa della media delle isole greche, obiettivamente offre davvero tanto. Discoteche storiche come Remezzo, Cavo Paradiso o Spacedance ospitano spesso DJ di fama mondiale, ed hanno un’organizzazione che non ha niente da invidiare a località come Rimini o Ibiza, rinomate da decenni presso i vacanzieri del popolo della notte.

Santorini

Santorini presenta una tipologia di “nightlife” tranquilla, raffinata, con prezzi superiori alla media delle isole vicine ma supportati da una buona qualità, specialmente a Thira, dove si concentra la gran parte del movimento. Per i più giovani possibilità di svago anche a Kamari, dall’ora dell’aperitivo in poi.

Paros

Una movida decisamente vivace, dopo Ios e Mykonos forse la più “tosta” delle Cicladi: Parikia e Naoussa hanno un bel movimento notturno, che comprende sia il popolo delle discoteche che quello di chi vuole semplicemente passare una serata a base di cocktail e nuove amicizie … offre parecchi locali sui lungomare, spesso tranquilli, a volte più movimentati.

Naxos

Una via di mezzo tra Santorini e Paros, anche se in scala leggermente più ridotta … tanti, tantissimi bar, spesso molto raffinati, specialmente nella parte terminale della zona lungomare, e alcune discoteche, a dire il vero piccole e aperte non tutte le sere della settimana, nemmeno nei mesi estivi, se volete divertirvi ce ne sarà comunque più che d’avanzo!

Milos

Poco famosa per la sua vita notturna, Milos offre un divertimento non troppo “roboante” ma assai interessante, specialmente se non si è più teenagers (in quel caso l’ordine di dirigersi versi Mykonos, Ios o Paros è perentorio!). Molte taverne tipiche più che discopub, ed alcuni bar bene attrezzati … non troverete il “casino più sfrenato”, ma riuscirete comunque a tirare tardi in allegria.

Le altre isole

Nelle Cicladi, al di fuori delle 6 isole che siamo andati ad analizzare, non troviamo una vita notturna davvero degna di nota, al limite qualche singolo locale bene organizzato in alcuni posto (vedi Tinos, Amorgos o Folegandros), pochissime discoteche (che non possono competere con quelle di Mykonos) e una movida composta e non proprio organizzata.

Non dimentichiamo infine che la vita notturna nelle isole greche in alcuni casi è quasi inesistente, nelle Cicladi è il caso di Sikinos o Kea.

Share.

About Author

Leave A Reply